Il nuovo video musicale  della cantante Colbie Caillat intitolato Tryè ormai diventato un fenomeno virale, soprattutto per il forte messaggio che invia alle donne circa il loro aspetto fisico e le aspettative della nostra società sulla bellezza esteriore.

Il video inizia con delle giovani ragazze e donne truccate in maniera impeccabile, ma con l’andare della musica queste iniziano a rimuovere le  extensions dai capelli, trucco e ciglia finte mostrandosi in tutta la loro naturalezza e semplicità. Un potente messaggio che non sta di certo passando inosservato in una Società, purtroppo, sempre più superficiale ed esibizionista.

Un mondo senza whatsapp: utopia o triste realtà?

… Eppure c’è qualcosa, in questo lasciar da parte comodità e agiatezze, che mi tenta: ho deciso di provarci :-)

"È triste un pianeta abitato da giovani le cui dita sfiorano più cellulari che volti."

Si #SELFIE chi può.

Una divertente riflessione sul fenomeno del selfie…

Grazie all’associazione Make-A-Wish Alexandria, una bambina di 5 anni, ha potuto realizzare il sogno di diventare una popstar e cantare la propria canzone preferita, “Roar”. Il ruggito di Katy Perry, infatti, è stato lo stesso che la bambina a cantato dopo aver battuto il cancro che le era stato diagnosticato lo scorso anno, quando i primi sintomi cominciarono a manifestarsi a gennaio con forti dolori allo stomaco, prima del peggioramento avvenuto a marzo, mentre era in vacanza con la famiglia. Fu allora che ricevette la notizia e cominciò subito le chemio. Mentre combatteva la malattia Alexandra si è impegnata nel canto e nel ballo.

Appena saputo di aver sconfitto la malattia ha deciso di rendere il suo sogno realtà, chiedendo aiuto all’associazione che rende concreti i sogni di molte persone malate e ha girato il suo video di “Roar”, con tanto di parrucca viola.

10.12.2013 Goodbye to Mandela

10.12.2013 Goodbye to Mandela